Questo sito non utilizza cookie per fini di profilazione degli utenti ma consente l'installazione di cookie di terze parti.
Cliccando su OK, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie di terze parti. Se si desiderano maggiori informazioni, leggere l'informativa estesa sui cookie cliccando QUI
   
 
 
 
ita eng fra bra deu

UN GIARDINO PER BOH

Nei primi mesi del 2013, una terribile notizia indignò e sconvolse tutti. In una fredda notte di fine Gennaio, un anziano cocker fulvo , a cui venne dato il nome di BOH, fu gettato senza pietà in un cassonetto dei rifiuti in pieno centro a Firenze. Il cocker fu salvato dall’intervento di Costanza, una brava persona che si calà nel buio all’interno del cassonetto, attirata dai guaiti di BOH.

Il cocker fu subito ricoverato presso un ambulatorio veterinario, ma le sue condizioni erano critiche : basti pensare che, prima di essere gettato nel cassonetto, a BOH il “Mostro” responsabile dell’abbandono estrasse, con un coltello, il microchip sottocutaneo per non essere rintracciato.

Immediatamente le Forze dell’Odine, assieme alle Guardie Zoofile dell’ENPA di Firenze, diedero corso alle indagini per rintracciare il “Mostro” : lo spregevole gesto , di fatto rappresentava un’offesa per tutta la Città di Firenze e andava punito ai sensi di Legge. La “latitanza” del “Mostro” durò pochi giorni e la sorpresa fu grande quando si scoprì che era un ex appartenente alle Forze dell’Ordine che risiedeva in Toscana, nel Comune di Campi Bisenzio ( si giustificò affermando che “il cane gli sembrava morto”…).

Grazie alle cure dei veterinari, pareva che le condizioni di BOH potessero migliorare, tanto che fu consentito a Costanza di adottare lo sfortunato cocker : purtroppo fu solo un momento felice…BOH si spense poco tempo dopo essere stato adottato, proprio nelle braccia della sua salvatrice.
 
In tanti piansero la morte di BOH, diventato nel frattempo un simbolo contro il maltrattamento e l’abbandono degli animali da compagnia : la sua Storia venne fatta conoscere dai mezzi di informazione , sia gionali che tv.  Per uno strano scherzo del destino, poco tempo dopo la morte di BOH, venne meno anche l’ex proprietario che lo aveva abbandonato : in pochi però si disperarono per la morte del “Mostro”…

Sabato 18 Marzo 2014, gli “umani” hanno voluto fare pace con BOH : l’Amministrazione Comunale di Campi Bisenzio ha inaugurato una nuova area verde attrezzata per cani e l’ha dedicata proprio a BOH.

Il Giardino di BOH, è stato inaugurato da Emiliano Fossi, il Sindaco della città toscana ed alla toccante cerimonia era presente anche Costanza, oltre a tanti proprietari di cani…e di cocker in particolare!.

Il Giardino di BOH deve rappresentare un monito per tutti coloro che considerano i cani come un oggetto e non come componenti di Famiglia. Anche per questo dobbiamo ringraziare il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi che, con la sua sensibilità, ha dimostrato, con i fatti, che non tutti gli umani sono come chi abbandonò BOH.

Siamo certi che, dal Ponte Arcobaleno, BOH sarà felice del suo Giardino a Campi Bisenzio...



LINK: http://www.lanazione.it//firenze/cronaca/2014/03/18/1040977-giardino-cani-cocker-boh-campi-internet.shtml
 

CHI E' LOLA
LOLA E LA MOTO
DOVE VIAGGIA LOLA
COME VIAGGIA LOLA
LA GUIDA DELLA MOTO
COME SI VIAGGIA CON LOLA
GLI ITINERARI DI LOLA

RASSEGNA STAMPA

 
  web design Elevel